Il primo libro stampato in Europa

traduzione a cura di Gianluca Turconi

Clicca su una delle copertine sottostanti per leggere il romanzo che preferisci!

Leggi il romanzo crime thriller "Destino criminale" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo crime thriller "Tijuana Express" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo thriller "Protocollo Aurora" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo thriller "La fine del gioco" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo science fantasy "Gli Dei del Pozzo" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo science fantasy "Il Cavaliere del Tempio" di Gianluca Turconi su Amazon
La Bibbia di Gutenberg - Immagine rilasciata sotto licenza Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported - Fonte Wikimedia Commons, utente Raul654

Come facciamo a sapere qual è stato il primo libro stampato in Europa? Fino al XVIII secolo questa domanda era aperta alle speculazioni. I libri stampati del XV secolo di solito non hanno un frontespizio e non sempre riportano il nome dello stampatore.

Una fonte storica attendibile del 1499, la "Cronica" di Colonia, ci ha raccontato delle Bibbie di Gutenberg, ma la loro ubicazione era sconosciuta o non datata e quindi non credibile. Nel corso del XVIII secolo sono state identificate circa 25 copie della prima Bibbia stampata in due colonne con 42 righe per pagina. Il nome dello stampatore, Johannes Gutenberg, non compare in nessuna di esse. Oggi conosciamo 49 delle 180 Bibbie originariamente stampate a 42 righe. Di queste, 21 sono complete.

(Ri)scoperta della Bibbia di Gutenberg a Berlino

Come è stato possibile determinare il primo libro stampato in Europa? Christoph Hendreich (1630-1702), bibliotecario capo della Biblioteca Elettorale di Berlino, scoprì nelle collezioni della biblioteca una Bibbia latina in due volumi in formato folio. Fu stampata su pergamena in un carattere gotico noto come lettera nera. Hendreich ha collegato il suo ritrovamento alla 'Cronica' di Colonia del 1499.

Tuttavia, la sua scoperta rimase un gioiello nascosto fino al 1760, quando lo studioso Karl Conrad Oelrich pubblicò un facsimile di un estratto della Bibbia. Questo cambiò drasticamente la situazione: gli studiosi usarono il facsimile di Oelrich per identificare altre copie della Bibbia di Gutenberg della stessa edizione. Questa copia è ancora conservata nella Biblioteca di Stato di Berlino.

Johannes Gutenberg - Immagine in pubblico dominio, fonte Wikimedia Commons, utente Jacek Halicki

Johannes Gutenberg.

Carattere mobile

La Bibbia di Gutenberg fu prodotta a Magonza nel 1455. È il primo libro in Europa a essere stampato con caratteri mobili: un sistema di stampa che utilizza singole unità di lettere e segni di punteggiatura. Per l'inchiostro è stata utilizzata una miscela di fuliggine da lampada, vernice e albume d'uovo. Il testo è stato stampato su vellum, cioè pergamena, o su carta. La pergamena era più resistente e più spessa, ma anche più costosa.

Copie uniche

Secondo la tradizione dei manoscritti, le copie della Bibbia di Gutenberg erano generalmente decorate dietro istruzioni dei loro acquirenti, per lo più case monastiche.

La copia in pergamena della Bibliothèque nationale de France presenta luminarie particolarmente impressionanti: spettacolari decorazioni marginali su due pagine e una grande varietà di lettere iniziali o iniziali miniate, che sono in relazione con quelle di un libro modello (Musterbuch) per miniature in uso all'epoca. I bordi assomigliano ad altri che erano in circolazione nella stessa regione e più o meno nello stesso periodo della Bibbia di Gutenberg.

La copia cartacea della National Library of Scotland ha meno miniature; sono in oro e colore e provengono dalla Germania, forse da Erfurt. La Bibbia ha note marginali di una mano continentale. Probabilmente rimase sul continente europeo fino a quando entrò in possesso di David Steuart (1747-1824), l'ex Lord Provost di Edimburgo, nel 1796. Lo vendette alla Advocates Library, il predecessore della National Library, per 150 ghinee.

L'unico altro libro che Johannes Gutenberg sembra aver stampato era un libro di scuola: la grammatica latina di Donato. Il suo pionieristico processo di stampa a caratteri mobili fu presto ripreso da altri. Alla fine del XV secolo, le macchine da stampa furono installate in più di 250 città in tutta Europa.

Licenza del testo e altre informazioni di copyright

Il testo è rilasciato sotto licenza Creative Commons BY-SA 3.0, © Nathalie Coilly, Anette Hagan, Zora Steiner. Traduzione italiana © 2019, Gianluca Turconi.

Torna a inizio pagina


RSS - FAQ - Privacy

Copyright © 2006-2019 Gianluca Turconi - Tutti i diritti riservati