Midnight Mass

a cura di Andrea Moretti

Clicca su una delle copertine sottostanti per leggere il romanzo che preferisci!

Leggi il saggio true crime "Serial killer - vite e crimini di noti assassini seriali" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo thriller  "Codice Silenzio" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi la trilogia fantasy "La Saga del Pozzo" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo crime thriller "Figli del Congo" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo crime thriller "Destino criminale" di Gianluca Turconi su AmazonLeggi il romanzo crime thriller "Tijuana Express" di Gianluca Turconi su Amazon

Salve a tutti ragazzi ed eccoci nuovamente attivi sulla rubrica mensile di Letture Fantastiche.

Midnight Mass, immagine utilizzata per uso di critica o di discussione ex articolo 70 comma 1 della legge 22 aprile 1941 n. 633, fonte Internet

Midnight Mass, atmosfere cupe e contrasto osceno tra purezza e corruzione nella nuova miniserie targata Netflix.

Quest'oggi si torna a parlare di "cinema", in particolare, forse per la prima volta da parte di chi scrive, di serie TV.

Nel mezzo di tante notizie positive, quali la diminuzione sempre più rincuorante di contagi nel nostro Paese, il mese di ottobre segna l'arrivo della ricorrenza di Halloween.

La magica festa di origine celtica a cui tutti gli appassionati di storie horror anelano con febbrile impazienza.

Quale momento migliore, dunque, per consigliarvi una serie TV dalle tinte cupe e un messaggio di riflessione cinica in sottofondo?

Nuovo capitolo horror su Netflix

Siamo abituati alle sempre più prolifiche proposte del colosso dello streaming Netflix.

Uscite di capitoli che non sempre rivelano raffinata e ineffabile qualità, ma che sinora non hanno mai mancato di appagare anche i palati horror.

È il caso di Midnight Mass miniserie televisiva in sette episodi, disponibile sulla piattaforma dal 24 settembre 2021.

In fatto di cinema horror, il regista Mike Flanagan è ormai una garanzia.

Possiamo ricordarlo nel recentissimo Doctor sleep (2019), controverso seguito di Shining (1980), nel serratissimo Terrore nel silenzio (2016) e nelle vicende legate allo specchio maledetto di Oculus (2013), nonché nella cupa serie TV The Haunting (2018).

Titoli altrettanto consigliati di questo Midnight Mass che mostra, per la prima volta, afflati di riflessione sociale circa le comunità religiose.

La trama

Ovviamente, nessuno ha intenzione di sbandierarvi sotto il naso spoiler eclatanti; speriamo soltanto di convincervi di come questa serie meriti una visione. Soprattutto in questo periodo di attesa di Halloween.

La trama è quella di Riley, giovane imprenditore di start-up divenuto ateo dopo l'omicidio colposo di una donna mentre guidava in stato di ebrezza. Scontato il periodo di carcere torna nella sua comunità: un'isola, Crockett Island, di appena centoventisette abitanti.

Il suo ritorno coincide con l'arrivo del nuovo pastore Padre Paul: la cui venuta travolge tutti con il manifestarsi di incredibili miracoli e di una presenza oscura e morbosa che circola fra gli abitanti.

La corruzione di una comunità che si crede pura

Vogliamo subito avvisarvi che non troverete jumpscare e spaventi facili.

Nondimeno, sarete trascinati in un delirante abisso di corruzione e bieca turpitudine da cui non riuscirete in nessun modo a risalire. Al termine della visione vi sentirete sordidi, toccati nell'anima in modo raccapricciante; quasi foste stati voi stessi parte di quella comunità malata.

La serie gioca molto sulle atmosfere torbide e sul contrasto osceno fra purezza e corruzione, disvelando, in modo inquietante, il velo disgustoso dell'ipocrisia.

Ciò che viene indagato maggiormente è il potere degradante della religione. L'inesorabile decadimento spirituale al quale porta l'asservimento dell'anima a ciò che visceralmente adoriamo.

Guardate l'episodio Atti degli apostoli e ditemi se non vi ricorda un po' la vicenda del predicatore Jim Jones nella spaventosa e tristemente nota Jonestown.

Musiche davvero superbe.

Qualche piccolo difetto

Non manca, in Midnight Mass, qualche lieve e trascurabile difetto che non incide, tuttavia, in modo grave, sull'architettura generale della serie.

Sporadici momenti morti, sequenze in cui non si respira quel senso palpabile di tensione che vorrebbe permeare tutta la serie e, infine, pochi monologhi tediosi, tirati un po' troppo per le lunghe.

Pur tuttavia, in generale, possiamo dire che l'effetto desiderato dal regista sia stato ottenuto con straordinaria tecnica e notevole maestria.

Midnight Mass è così cupo e claustrofobico che vi sembrerà di restare imprigionati nelle spire morbose di Crockett Island e non fuggirne più.

Circolano già indiscrezioni circa una potenziale seconda stagione.

Vi auguro dunque un felice Halloween e spero di avervi convinti tutti a guardare Midnight Mass.

Torna a inizio pagina


RSS - FAQ - Privacy

Copyright © 2006-2021 Gianluca Turconi - Tutti i diritti riservati.